Home » Portaggio » Portabici per auto: posteriori, da tetto

Portabici per auto: posteriori, da tetto

Il portabici auto è il più fedele compagno degli amanti della vita attiva. Questo oggetto viene spesso installato sulla macchina, soprattutto in estate, quando si ha qualche possibilità in più di dedicarsi al ciclismo o quando giungono finalmente le tanto agognate vacanze e, se ne approfitta per mettere su strada la cara vecchia MB.

Ma i portabici sono tutti uguali? No, la risposta è negativa. Dato che le differenze tra un prodotto e l’altro sono spesso poco visibili all’occhio meno esperto e dato che tali differenze rivestono comunque una certa importanza, cercheremo di approfondire il più possibile questo argomento. Come fareste allora ad individuare ed ad acquistare il miglior portabici auto in commercio?

La tipologia: il portabici posteriore

Possiamo individuare due grandi famiglie di prodotti: i portabici posteriori e quelli da tetto. Nel primo caso, l’oggetto verrà montato sul retro dell’auto. In alcuni frangenti si prediligerà il portellone posteriore,  ma la soluzione ideale resta sempre quella di fissare il congegno alla scocca della vettura. Da qui il consiglio di acquistare eventualmente un portabici progettato per “calzare” a pennello sulla vostra macchina. In alternativa sarà comunque possibile optare per un modello universale, sicuramente molto più economico.

Grazie all’acquisto di un portabici posteriore vi sarà facile trasportare più di un velocipede alla volta senza rinunciare a molto in termini di aerodinamicità della macchina. Ciò significa, ad un’analisi più approfondita, non sprecare carburante.

L’auto non troverà infatti più resistenza del solito nel fendere ed attraversare l’aria e quindi, per potersi spostare, non avrà necessità di utilizzare più energia e più carburante. Certo, c’è sempre il rovescio della medaglia: il portabici posteriore è innegabilmente un oggetto ingombrante che magari renderà un po’ più difficile il posteggio o che vi costringerà ad una maggiore prudenza in caso di manovra, ma tutto non si può avere…

La tipologia: il portabici da tetto

Il portabici da tetto invece, non è difficile intuirlo, va sempre montato sul tetto della macchina. Per l’occasione si potranno sfruttare le barre laterali qui collocate. Anche stavolta è possibile individuare due sottocategorie di prodotti: da un lato il portabici con fissaggio al telaio, dall’altro quello con fissaggio alla forcella. Preferire quest’ultima opzione significa dover accettare di buon grado l’idea di smontare la ruota della bici ogni qualvolta sarà necessario trasportare il velocipede sull’auto.

A prescindere da questo piccolo disagio è bene sapere che in genere i portabici da tetto, a prescindere dalla categoria di appartenenza, sono molto leggeri ed ingombrano il meno possibile. In molti casi è possibile installarne più di uno in modo da trasportare più biciclette alla volta. Tuttavia tale categoria di prodotto sacrifica un po’ l’aerodinamicità della vettura. Inoltre, prima di acquistare l’oggetto qui in esame, sarà sempre necessario verificare l’effettiva compatibilità del portabici con le barre della vostra auto.

Portabici auto: attenzione alla capacità

La capacità di un portabici auto è un fattore da considerare con estrema attenzione. Dietro alla parola “capacità” si nascondono in questo caso due diverse variabili, entrambe utili a verificare la compatibilità del prodotto con la vostra vettura e le vostre esigenze. Nello specifico perciò diremo che la capacità del portabici deriva dalla combinazione dei dati relativi al numero massimo di biciclette trasportabili in un’unica soluzione e al carico che l’utensile sarà in grado di reggere e trasportare.

Quante bici portare in viaggio? Capacità e numero massimo di bici trasportabili

Come abbiamo già accennato altrove alcuni portabici auto sono congeniati per permettere al loro legittimo proprietario di trasportare soltanto una due ruote. Questa opzione può andar bene quando in auto c’è un solo ciclista. A volte però le cose non stanno proprio così e, a meno di ricercare soluzioni più elaborate e costose, l’ideale sarebbe acquistare un prodotto che consenta il trasporto in simultanea di diverse biciclette.

In commercio esistono allo scopo dei portabici pensati per poter accogliere anche più di tre esemplari per volta. Ora: il portabici da tetto in ogni caso trasporterà sempre una sola bici, il massimo che si possa fare è quindi comprare più di un pezzo e sfruttare al meglio il tettuccio della propria vettura affiancando diversi dispositivi.

In genere comunque in questo caso sarà possibile caricare al massimo un paio di biciclette. Un portabici posteriore invece può essere potenziato con l’aggiunta di vari binari consentendo così il trasporto in contemporanea di un massimo di 5 biciclette. Una bella differenza, non c’è che dire!

Capacità e peso della bicicletta: il carico massimo

Attenzione inoltre al carico massimo. Il peso di una bici può variare, e di molto anche, in funzione delle sue caratteristiche tecniche. Solitamente, tanto per fare un esempio, un modello da strada o da corsa deve garantire una certa aerodinamicità. Ciò significa che ruote e telaio saranno leggeri e scattanti. Una MB o una bici da cross invece puntano molto sulla solidità e la robustezza e, per forza di cose, peseranno un po’ di più.

Chiaramente poi non è detto che tutte le bici da cross o tutte le bici da città abbiano la stessa mole: questo parametro varia parecchio anche all’interno della medesima categoria di prodotti. La discriminante è individuabile nel materiale di realizzo del telaio. Verificate sempre perciò quanto peso può supportare il vostro portabici e quale sia la stazza del vostro velocipede ed accertatevi quindi che i due elementi collimino.

Dimensioni e struttura del portabici

Prestare attenzione alle dimensioni del portabici significa valutarne la capacità e l’ingombro. Ovvio è che la variante da tetto è sempre un po’ più compatta e che in questo caso il problema delle dimensioni è quasi trascurabile. Vi basterà insomma verificare la compatibilità tra l’oggetto, la marca ed il modello della vostra vettura per essere sicuri che le dimensioni combacino.

I portabici posteriori invece, lo sapete già, sono ingombranti nel senso che soltanto la loro altezza può oscillare dai 60 ai 160 centimetri. La lunghezza invece varia dai 20 ai 100 centimetri, mentre la larghezza ha un gap che va dai 5 ai 90 centimetri.

Range tanto ampi e variabili si devono alla diversa capacità del portabici ed alla compatibilità tra questo e svariati modelli di auto. Insomma: chiaro è che un esemplare compatibile con un’utilitaria non potrà andare bene per un camper e viceversa! In ogni caso i migliori portabici auto posteriori possono essere piegati e ricompattati parecchio quando la vettura non trasporta alcuna bici.

Distanza tra i binari e dimensione delle canaline

La bici poggerà sempre sui binari. Un numero maggiore di binari presuppone la possibilità di trasportare più di un velocipede. La distanza tra i suddetti binari, chiaramente, contribuisce ad allontanare o avvicinare ciascun esemplare. Spazi più ampi si adattano a biciclette più robuste ed imponenti. Le canaline sono invece gli alloggi in cui incastrerete le ruote della bici per assicurarle una certa stabilità. La dimensione delle canaline va sempre scelta tenendo in considerazione la larghezza della ruota.

Marca, materiali e prezzo

Quando si acquista un portabici auto è meglio comprare un prodotto di marca? In una certa misura sì, non fosse altro che per la facilità di reperire eventuali ricambi o accessori. Inoltre sarà più facile così godere di un buon servizio assistenza clienti. All’atto pratico però si spenderà quasi sicuramente di più per acquistare qualcosa che in termini di qualità non ha niente da invidiare ad un oggetto meno blasonato e più economico.

Più importante è semmai valutare i materiali di realizzo del portabici in modo da essere certi di acquistare un oggetto con una lunga aspettativa di vita. Sì quindi all’acciaio tanto per il telaio quanto per i ganci di ancoraggio. Va bene anche l’alluminio a patto però che si acquisti un portabici da tetto. Il prezzo infine sarà una sorta di ovvia conseguenza, una combinazione tra questi fattori. Non fatene il vostro principale criterio di scelta, ma tentate piuttosto di portarvi a casa un oggetto di qualità, adatto a soddisfare le vostre necessità ed a garantirvi la sicurezza alla guida.

Classifica migliori portabici per auto

Offerta 1
Menabo 000063500000 Stand UP 3 - Portabici posteriore, Adatto a 3 bici con portata max di...
  • Portabici posteriore Menabò
  • In acciaio con corsie in alluminio
  • Sistema antifurto: optional
  • Fissaggio con cinghie
  • Adatto a: 3 bici con portata max di 45 kg
Offerta 2
Thule 532 New Freeride - Portabici
  • Peso: 3.5 kg
  • Per telaio a tubi tondi: 22-70 mm
  • Per un telaio a tubi ovali di dimensioni massime: 65x80 mm
  • Compatibile con canaline a T: Sì Compatibile con telaio in carbonio: No Adatto al portatutto con canalina a T (20 x 20 mm): Sì Adatto al portatutto con canalina a T (24 x 30 mm): Sì, con adattatore: Thule T-track Adapter 889-3 (da acquistare separatamente))
  • Per le barre a sezione rettangolare: Sì
3
Rastrelliera A Tettuccio Per Due Biciclette Allen Sports Deluxe, Nero
  • Il design semplice e robusto si adatta alla maggior parte delle berline, utilitarie, minivan e SUV. Consultare il sito del produttore per l’adattamento specifico al veicolo.
  • Il design a configurazione singola elimina i problemi di configurazione e le difficoltà durante l’installazione
  • Le cinghie singole fissano e proteggono le biciclette
  • Completamente assemblato, si installa in pochi secondi
  • Il telaio inferiore imbottito protegge il veicolo
4
Peruzzo Portaciclo Auto Modello Padova in Alluminio per 3 Bici
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Facilità di montaggio
  • Made in Italia di qualità
Offerta 5
Peruzzo 378/3 Portabici Posteriore, Padova, Acciaio, 3 Bici
  • Portabiciclette universale con binari per appoggio ruota
  • Doppia cinghia superiore
  • 7 cinghie a tenuta extra
  • 6 ganci temprati
  • Sistema antidistacco per le cinghie inferiori
Offerta 6
Peruzzo PE 708/4 Portabici Gancio Traino, Pure Instinct, 4 Bici
  • Disponibile nella versione 2, 3 e 4 bici
  • Dotato di un sistema di aggancio e sgancio estremamente compatto e funzionale
  • Dispone di chiusura a chiave tra portabici ed auto, Si inclina mediante l'uso di un pedale per facilitare il carico posteriore
  • Poggiaruote ampio, Cinghia di sicurezza cucita direttamente sul portabici
  • Completo di lucchetto per chiusura bici utilizzabile anche senza portabici
Offerta 7
Thule 924001 Portabici Velocompact New 924 2 Bici 13 Pin
  • Semplice Da Richiudere E Riporre Nella Maggior Parte Dei Bagagliai.
  • Pratica funzione basculante a pedale che facilita l’accesso al bagagliaio dell’auto anche con le bici montate.
  • Bloccaggio semplice delle ruote grazie alle cinghie fermaruota con cricchetto.
  • Può trasportare bici con grande interasse grazie ai portaruota estensibili.
8
Peruzzo PE 382 Verona Portabici Posteriore, Acciaio, 3 Bici, Grigio
  • Portabiciclette universale, porta tutti i modelli bicicletta ed è adatto alla maggior parte delle auto presenti sul mercato
  • Doppia cinghia superiore, punto soggetto a maggiore sollecitazione
  • Cinghie a tenuta extra, 6 ganci temprati
  • Sistema bloccabici brevettato dotato di protezione telai con effetto ammortizzatore
  • Interasse tubi appoggio telaio: 330 mm
9
Thule, Portabici pieghevole, modello 933 EasyFold, per 2 bici XT, si fissa sul gancio di...
  • Completamente pieghevole, compatto e facile da usare, adatto per tutti i tipi di bicicletta. Include una rampa di carico pieghevole.
  • Si inserisce direttamente sul gancio di traino a sfera. Adatto per ganci di traino a collo di cigno, staccabili e a flangia.
  • Alta capacità di carico: permette di trasportare biciclette elettriche e pesanti mountain bike.
  • Fornito già montato. Non sono necessari utensili.
  • Permette di bloccare completamente il portabici al veicolo e le biciclette al portabici.
10
Thule 926001 Portabici Velocompact New 926 3 Bici 13 Pin, Nero, Taglia Unica
  • Semplice Da Richiudere E Riporre Nella Maggior Parte Dei Bagagliai.
  • Pratica funzione basculante a pedale che facilita l’accesso al bagagliaio dell’auto anche con le bici montate.
  • Bloccaggio semplice delle ruote grazie alle cinghie fermaruota con cricchetto.
  • Può trasportare bici con grande interasse grazie ai portaruota estensibili.
  • Fanaleria 13 poli

Altri modelli

  1. Allen Sports Premier – Vassoio di bloccaggio
  2. Thule 151.9103 Clipon Hight 9103 Portabici Posteriore
  3. Thule 598001 ProRide portabici Posteriore
  4. Thule VeloCompact 2 7-pin, portabici con gancio di traino
  5. Peruzzo 313 Portabici per Auto 4×4 per Ruota di scorta

Mi chiamo Pietro e attualmente lavoro presso un officina meccanica. Fin da piccolo ho amato il mondo delle auto, per questo motivo negli anni successivi ho lavorato nell'officina di mio zio ( lui è meccanico ed elettrauto ). Visto la mia grande passione per auto e moto ogni tanto do una mano ad un amico che ha un negozio di autoricambi. Nel tempo quindi ho imparato qualcosa sulle auto, gli accessori, l'elettronica, la manutenzione, la pulizia, la sicurezza, pneumatici, ecc. Per questo motivo ho deciso di collaborare con automobilitop.it e dare una mano scrivendo gli articoli e le recensioni sui vari prodotti.  Con le mie recensioni obiettive penso di poter dare qualche consiglio utile alle persone che non sanno quale prodotto per auto acquistare.