Home » Elettronica per auto » I 5 migliori amplificatori per auto che ho testato nel 2022
Testo personalmente tanti prodotti per auto e dopo un attenta valutazione ti consiglio i migliori articoli per auto attualmente in commercio.

I 5 migliori amplificatori per auto che ho testato nel 2022

L’amplificatore auto è uno di quegli strumenti che, quando ascoltiamo l’autoradio, concorre a restituirci un’ottima qualità del suono. In generale un amplificatore può abbinarsi tanto alla suddetta autoradio quanto ad una radio domestica.

C’è da dire però che la casa è un ambiente tutto sommato tranquillo o in cui, se necessario, è possibile munirsi di cuffie ed isolarsi dal mondo esterno godendo di ogni singola nota proveniente dall’impianto. Il discorso per l’auto varia un po’.

Innanzitutto alla guida non è proprio il caso di indossare delle cuffie isolanti ed in secondo luogo i rumori della città o prodotti dalla nostra stessa vettura, potrebbero disturbare l’ascolto. Quando l’autoradio da sola non basta è possibile aggiungere uno o più amplificatori al sistema in modo da potenziare il segnale audio ed aumentarne il volume migliorando così la qualità dell’esperienza uditiva.

La presenza di un amplificatore è poi funzionale all’aggiunta di più speaker, subwoofer, tweeter  e woofer. In pratica, grazie ad esso, nel nostro abitacolo sarà possibile ricreare una stazione audio completa, capace di riprodurre fedelmente tutte le frequenze sonore percettibili dall’uomo.

Scelta di un amplificatore auto: quali sono i fattori decisivi?

Scegliere un amplificatore auto che faccia al caso nostro potrebbe essere meno semplice ed immediato di quello che si pensa. Dobbiamo dire infatti che c’è un vasto assortimento di prodotti sul mercato e che sono in pochi quelli che possono fregiarsi del titolo di esperto nel settore. Non siete pratici di amplificatori e dintorni? Siamo qui per questo. Ecco tutto quello che c’è da sapere in proposito.

Il primo criterio di selezione: i canali

Il primo parametro da tenere sott’occhio quando si decide di provvedere all’acquisto di un amplificatore auto è il numero di altoparlanti da collegare all’apparecchio. Questo perché, in relazione a tale informazione, sarà possibile scegliere un dispositivo dotato di un numero congruo di canali disponibili. Forse però, prima di andare oltre in questo discorso, è bene definire il concetto di canale.

Esso altro non è che un percorso audio del tutto indipendente. All’interno del canale l’amplificatore produce e diffonde un segnale recepito poi dallo speaker. In fatto di amplificatore auto e canali sono due le opzioni possibili: scegliere un apparecchio monocanale o scegliere un dispositivo multicanale.

  • Monocanale – Nel primo caso il collegamento verrà effettuato tra l’amplificatore ed un subwoofer ed a trarre beneficio da questa scelta sarà soprattutto la percezione dei bassi. In poche parole la riproduzione di queste frequenze sonore sarà meglio udibile offrendo all’orecchio umano la possibilità di una recezione musicale molto più rotonda e completa.
  • Multicanale – I dispositivi multicanale invece possono offrirci dai 2 agli 8 canali di amplificazione. Ad un numero più alto di canali corrisponderà sempre una maggiore possibilità di configurazione dell’amplificatore. In più potremo scegliere se collegare ciascun canale ad un diverso altoparlante o se personalizzare l’impianto della nostra vettura optando per soluzioni più “fantasiose”.

Il sistema di connessione: il collegamento a ponte

Scegliere un amplificatore auto multicanale significa poter effettuare un numero variabile di collegamenti a ponte. In poche parole sarà possibile connettere uno speaker esterno non ad uno bensì a due canali. Perché far ciò? Semplice: per incrementare la potenza del suono.

Ecco un esempio tipo: poniamo il caso di aver acquistato un amplificatore a quattro canali. Possiamo scegliere di collegare due altoparlanti a due dei suoi canali ponendo in risalto le frequenze medio-alte.

Gli altri due canali liberi andranno invece collegati ad un subwoofer. Questo perché il subwoofer di cui sopra, per funzionare al meglio, necessita di una maggiore potenza rispetto a quella richiesta dagli altri speaker.

Chiaramente un numero crescente di canali permetterà di realizzare un impianto sempre più potente e complesso. Attenzione però: prima di rinsaldare i vari collegamenti sarà sempre meglio badare alla potenza dell’impianto già esistente sulla propria macchina: troppa superficialità in tal senso potrebbe danneggiare in maniera irreversibile tanto l’amplificatore quanto gli altoparlanti.

Potenza

La potenza del nostro amplificatore auto è in qualche modo determinante per definire la qualità dell’impianto audio. Comprare un amplificatore  prima di avere a disposizione gli altoparlanti può rappresentare in tal senso un errore dato che, statisticamente, si finisce per dar vita ad un sistema sottodimensionato, poco potente.

Meglio è invece comprare l’amplificatore quando si sono già acquistati gli altri pezzi dell’impianto: dal woofer al subwoofer passando ancora per gli altoparlanti.

Tutte le diciture che riguardano la potenza dell’amplificatore auto

Ma come si fa a valutare la potenza di un amplificatore? Non illudiamoci: non si tratta di un’operazione semplicissima da portare a termine. Con un po’ di impegno però supereremo anche questo scoglio. Impariamo innanzitutto perciò a capire cosa ci dicono le varie sigle legate alla potenza che possiamo reperire sulla confezione del prodotto.

  • Potenza di picco. Questa informazione può essere misurata seguendo criteri di valutazione alquanto diversi, mutevoli da una casa produttrice all’altra. Il risultato? Una risposta un po’ vaga ed un po’ ingannevole. In ogni caso però è bene sapere che la potenza di picco rappresenta la massima potenza supportata dal nostro altoparlante in un arco di tempo molto rapido, spesso qualche secondo.
  • La potenza RMS invece è il valore tra tutti più importante. Questa, rigorosamente misurata in watt, si riferisce alla potenza continua che l’altoparlante può sopportare senza andare incontro ad alcun tipo di danno. Quando si ha a che fare con un impianto audio preesistente a cui si decide di aggiungere un amplificatore è bene scegliere qualcosa la cui RMS abbia valori compresi tra il 75 ed il 150% della RMS posseduta dagli altoparlanti.
  • La potenza massima infine indica il quantitativo di energia che necessita allo speaker per poter funzionare correttamente. C’è da dire però che si tratta di un dato orientativo: il fabbisogno energetico è infatti sempre superiore rispetto alla potenza effettiva dell’altoparlante.

Valutare la compatibilità tra amplificatore auto ed impianto audio preesistente

Prima di aggiungere al nostro vecchio impianto audio un nuovo amplificatore è bene valutare la compatibilità tra questi “due mondi”. Lo abbiamo già fatto in termini di potenza e numero di canali, ma adesso dobbiamo occuparci dell’impedenza e dei Din.

L’importanza ed il significato di Ohm ed impedenza

L’impedenza si misura in Ohm. Esso altro non è che un parametro utile ad avere un’idea della resistenza che l’amplificatore oppone alle onde sonore. Chiaro è quindi che un’impedenza minore consentirà agli altoparlanti di diffondere un segnale audio più marcato. Perché l’impedenza è tanto importante? Semplice: un amplificatore auto eccessivamente potente finisce per distruggere gli altoparlanti.

Un amplificatore un po’ troppo “smorto” in relazione all’impianto invece tende a surriscaldarsi danneggiando le apparecchiature che lo circondano o con cui è posto in connessione. Ecco perché molti amplificatori, soprattutto se di livello, sono dotati di appositi sistemi di sicurezza che disattivino l’apparecchio al primo segnale di pericolo.

Autoradio a 1 DIN o a 2 DIN?

Le diciture relative al DIN sono delle diciture che ci informano sulle dimensioni della nostra autoradio. Si tratta quindi di una questione pratica ed estetica di cui non dobbiamo preoccuparci minimamente al momento di scegliere il futuro amplificatore auto.

La classe di appartenenza dell’amplificatore auto

Infine, prima di acquistare un amplificatore resta da valutare la sua appartenenza alle cosiddette classi. Nello specifico si parla di classe A, B, AB e D. Nel primo caso l’apparecchio garantisce una scarsa distorsione ed una riproduzione audio di indubbia qualità.

  • Una classe A però è in genere un po’ datata, molto ingombrante, scarsamente efficiente dal punto di vista energetico e, purtroppo, caratterizzata da un importante fenomeno di dispersione del calore.
  • La classe B, più recente rispetto alla A, sembrerebbe aver corretto in parte il problema dell’ingombro, del fabbisogno energetico e della dispersione termica. Purtroppo però la resa audio è decisamente peggiore rispetto all’altra opzione.
  • Classe AB – Passiamo adesso alla classe AB che, non è difficile immaginarlo, rappresenta un punto di incontro tra le precedenti. In questo caso i problemi precedentemente sottolineati sono stati parzialmente risolti, ma non si raggiungono picchi di funzionalità o di eccellenza.
  • La classe D infine è la più recente ed efficiente. Essa si caratterizza per la presenza di qualche problema nella riproduzione delle frequenze più alte, problema correggibile però grazie all’uso di appositi filtri. Ad oggi sembra quindi la soluzione in assoluto migliore.

I materiali

Di solito la scocca di un amplificatore è realizzata in plastica o in metallo. Per quanto riguarda i materiali utilizzati per costruire le componenti interne le aziende ci dicono poco ed è un peccato visto che sono proprio loro a determinare il buon funzionamento dell’apparecchio. Non ci resta quindi che valutare la solidità e la resistenza della scocca…

I 10 migliori Amplificatori auto: prezzi e prodotti top

Un amplificatore auto può avere un prezzo compreso tra le 20 e le 200 e più euro. Se dovessimo scegliere cosa acquistare potremmo valutare l’opzione Pioneer GM-D1004, prodotto di classe D, semplice da installare e di buona potenza.

Una scelta valida è anche il Sony XMN1004, prodotto a 4 canali caratterizzato da un ottimo rapporto qualità-prezzo e capace di non distorcere mai il suono in uscita. Audison SR4 infine è un amplificatore molto compatto, adatto ad interagire con impianti che montino altoparlanti anteriori e posteriori nonché subwoofer.

1
Sony XM-N1004 - Amplificatore Stereo per Auto a 4 Canali, potenza in uscita 1.000 Watt
2.392 Recensioni
Sony XM-N1004 - Amplificatore Stereo per Auto a 4 Canali, potenza in uscita 1.000 Watt
  • 1.000 W di potenza di uscita
  • 70 W x 4 (4 ohm), 85 W x 4 (2 ohm), 175 W x 2 (BTL)
  • Controllo termico automatico
  • Filtro passa-basso e filtro passa alto
  • Connessioni su un solo lato
2
BOSS KIT2 kit per auto
  • vibratore per donne
  • taglia unica 46 cm
  • comodo e confortevole
3
1 amplificatore compatibile con STEG K2.04 2 canali da competizione spl da 1300 x 2 watt rms...
  • Venduto singolarmente; Amplificatore a 2 canali in classe ab; Potenza rms a 4 ohm: 2 x 400 watt; Potenza rms a 2...
  • Crossover elettronico incorporato; Rapporto segnale / rumore: 85 db; Ingressi rca standard (2 connettori); Uscite...
  • Funzione bass boost; Impedenze ammesse: 1 - 2 - 4 ohm; Risposta in frequenza: 7 - 70000 hz; Accensione e...
  • Nel rispetto di criteri qualitativi assoluti, si concretizza l'idea k competition. Totale armonia d'insieme...
  • Struttura e carene di terminazione realizzate completamente in alluminio, lavorato e trattato finemente. Il...
4
Hertz ML Power 4 Amplificatore per Auto 4 Canali Classe D 150Wx4 (4Ω) / 250x4(2Ω) con...
  • Caratteristiche Tecniche
  • Channel mode 4 - 3 - 2 Dimensioni L x P x A mm (pollici) 170 x 289 x 46.70 (6,69 x 11,38 x 1,84)
  • @ 14.4 VDC 4 Ch 150 W x 4 (4Ω)
  • 4 Ch 250 W x 4 (2Ω)
  • 3 Ch 150 W x 2 (4Ω) + 500 W x 1 (4Ω)
Offerta 6
Alpine Electronics BBX-F1200 Amplificatore 4/3/2 Canali
  • amplificatore alpine a 4 canali
  • Progettato per adattarsi facilmente in qualsiasi sistema
  • BBX-F1200 offre una potenza elevata e delle prestazioni eccezionali
  • BBX-F1200 dispone di filtro passa alto e passa basso

1) Rockford Fosgate PBR 300 x2

Rockford Fosgate PBR 300 x2L’amplificatore per auto Rockford Fosgate PBR 300 x2 si caratterizza innanzitutto per il suo design compatto e grintoso. Ad uno sguardo superficiale la prima impressione che l’apparecchio comunica è quella di solidità e robustezza. Ad uno sguardo più attento l’impressione viene confermata in toto: basti pensare che la scocca del prodotto è stata interamente realizzata in metallo di alta qualità, cosa che di per sé è già una garanzia di durevolezza. Ma torniamo un attimo alla questione compattezza. La scelta di realizzare un amplificatore per auto di dimensioni così ridotte è intelligente e funzionale, finalizzata a ridurre al massimo l’ingombro dello stesso all’interno della vettura.

Ciò non significa di certo sacrificare qualcosa in termini di potenza e resa acustica, anzi. Il Rockford Fosgate PBR 300 x2 restituisce infatti ai suoi fortunati possessori un suono rotondo e vigoroso, ricco di sfumature e mai artefatto. Certo, capita a volta di sentire qualche piccolo rumore di sottofondo, ma si tratta di fenomeni sporadici e nemmeno così tanto disturbanti. Nell’insieme l’apparecchio può dirsi quindi un vero e proprio top di gamma ed è per questo che non ci stupiamo più di tanto se il suo prezzo non è dei più abbordabili.

Scheda tecnica

  • dimensioni ridotte (22,9 cm x 15,2 cm x 8,1 cm)
  • potenza pari a 300 W
  • frequenza pari a 550 Hz
  • formato segnale pari a 12 decibel
  • 2 altoparlanti

Pro: robustezza, design compatto, potenza considerevole, alta qualità del suono, adattabilità a qualsiasi vettura (anche a moto e veicoli da diporto).

Contro: prezzo, possibilità di avvertire sporadicamente dei piccoli rumori di sottofondo.

Rockford Fosgate PBR300X2, Punch - Amplificatore compatto da auto, a 2 canali, 900 w max 300 w...
  • La tecnologia pbr300 x 2 è un amplificatore da 300 Watt con un binario potenziato, permettendo così di essere...
  • 12db/octave crossover. stadio di uscita MOSFET. Ponticellabile: sì.
  • Ingressi di alto livello. Chassis ultra compatto.
  • Variabile 4 – 6 Volt Hi level DC offset Voltage Input turn-on control.
  • Numero di canali: 2. Potenza nominale (RMS potenza continua): 300 Watts x 1 @ potenza ponte, 150 Watts x 2 @...

2) Sony XM-N1004

Sony XM-N1004Il Sony XM-N1004 è molto probabilmente uno dei migliori amplificatori a 4 canali al momento reperibili in commercio. La prima caratteristica da sottolineare di questo prodotto è il rapporto qualità/prezzo vantato, decisamente vantaggioso per il cliente. L’appartenenza dell’oggetto ad una fascia di prezzo economica, comunque, non è indice di scarsa qualità.

Un elemento a riprova di tale tesi? Beh, basti pensare che il dispositivo, a differenza di molti altri articoli similari ben più costosi, riesce ad avere un controllo ottimale sulla temperatura, evitando di andare incontro a fenomeni di surriscaldamento ed a conseguenti danni da usura. La parte elettronica poi si compone di elementi di altissima qualità, capaci di restituire sonorità piacevoli ed accattivanti.

Interessante è peraltro notare che le connessioni da installazione vanno eseguite in questo caso su un unico lato della scocca, cosa che facilita non poco il montaggio dell’articolo. Sony XM-N1004 inoltre può essere configurato in modo da sfruttare 2 o 4 canali e la sua potenza massima in uscita è pari a ben 1000 W. Per quanto riguarda la risposta in frequenza invece essa è oscillante tra i 5 ed i 50000 Hz. C’è da dire infine che la possibilità di distorsione del segnale è talmente ridotta che possiamo considerarla pressoché inesistente.

Scheda tecnica

  • dimensioni standard (34,2 cm x 23,2 cm x 5,5 cm)
  • potenza massima in uscita pari a 1000W
  • autocontrollo termico
  • connessioni predisposte su un unico lato
  • risposta in frequenza 5-50000 Hz

Pro: ottimo rapporto qualità/prezzo, autocontrollo termico, componenti elettroniche di livello, alta qualità del suono, praticità di installazione, potenza elevata, minima possibilità di distorsione acustica.

Contro: niente da segnalare.

Sony XM-N1004 - Amplificatore Stereo per Auto a 4 Canali, potenza in uscita 1.000 Watt
2.392 Recensioni
Sony XM-N1004 - Amplificatore Stereo per Auto a 4 Canali, potenza in uscita 1.000 Watt
  • 1.000 W di potenza di uscita
  • 70 W x 4 (4 ohm), 85 W x 4 (2 ohm), 175 W x 2 (BTL)
  • Controllo termico automatico
  • Filtro passa-basso e filtro passa alto
  • Connessioni su un solo lato

3) Hertz 2000 max

Hertz 2000 maxHertz 2000 max è un amplificatore per auto capace di non far mai rimpiangere i soldi spesi per il suo acquisto. Diciamo anche che per portarselo a casa serve sborsare un discreto gruzzoletto e che quindi il minimo che ci si aspetta in cambio è una sonorità ineccepibile. Gli altoparlanti sono interamente costruiti partendo dalla lavorazione di materie plastiche, metalliche e gommose. Ciascun materiale utilizzato per la loro realizzazione può dirsi di eccellente qualità. Si è scelto anche di dare a questa parte del prodotto un design tradizionale, ossia la classica forma tondeggiante tipica dell’altoparlante standard.

L’amplificatore proposto è perfetto per tutti coloro i quali amino ascoltare la musica senza mettere limiti alla rotellina del volume. I suoni restituiti dall’apparecchio saranno infatti sempre rotondi e vigorosi, pieni e quasi prepotenti. Il dispositivo potrà insomma far apprezzare all’utente tutte le sfumature sonore e musicali di un qualsiasi brano in riproduzione e poco importa che si tratti di lirica, rock o heavy metal! C’è però un piccolo particolare progettuale che potrebbe essere migliorato: l’attenzione riservata ai bassi. Questi risultano spesso poco profondi, non del tutto soddisfacenti per l’udito di un purista del suono. Nel complesso però Hertz 2000 max è comunque un buon prodotto.

Scheda tecnica

  • dimensioni standard (31,5 cm x 31,5 cm x 5 cm)
  • potenza pari a 2000W
  • frequenza raggiungibile pari a 3500 Hz
  • 4 canali audio disponibili

Pro: resa acustica di livello, potenza, ottima fattura.

Contro: prezzo, bassi spesso percepiti come poco profondi.

Hertz HCP 4DK - Amplificatore per auto a 4 canali 4x250W
  • Modalità C 4 3 2
  • 4 Ch: 150 W x 4 (4)
  • 4 Ch: 250 W x 4 (2)
  • 3 Ch: 150 W x 2 (4) + 520 W x 1 (4)
  • Dimensioni: 12,40 x 7,48 x 1,97

4) Audison SR4

Audison SR4

Anche l’Audison SR4 è un amplificatore a 4 canali, peraltro uno dei migliori tra quelli attualmente reperibili in circolazione. Il prodotto può essere tranquillamente utilizzato per costruire degli impianti in cui siano presenti altoparlanti anteriori e posteriori o anche per una soluzione che preveda l’uso di subowoofer associati ad altoparlanti anteriori oppure ancora per la realizzazione di un sistema multicanale.

La qualità dell’audio restituita è in ogni caso ottima, ciò grazie anche ad una bassissima probabilità di incappare in fenomeni di distorsione del suono. Questo gingillo poi vanta una potenza di 360W in RMS. Magari a qualcuno il valore appena enunciato potrebbe sembrare un po’ risicato, ma se consideriamo le dimensioni ultracompatte del dispositivo è invece un parametro di tutto rispetto.

I comandi dell’amplificatore Audison SR4, come da tradizione progettuale per questo brand, sono tutti collocati in modo da poter essere controllati e gestiti dall’alto, anche quando l’apparecchio è stato ormai installato. Sia i suddetti comandi che altre parti elettroniche sensibili sono incapsulati in una sorta di teca semitrasparente, utile a riparare i circuiti dai danni immancabilmente provocati dalla polvere. Certo, tanta qualità si paga ed anche ad un prezzo discretamente alto, ma possiamo dire che ne vale la pena.

Scheda tecnica

  • dimensioni standard (21,3 cm x 53,5 cm x 40,8 cm)
  • 4 canali audio disponibili
  • potenza RMS 2 Ohm pari a 4×90 W
  • collocazione intelligente dei comandi

Pro: versatilità, ottima resa acustica, potenza, design intelligente.

Contro: prezzo.

4 CHANNEL AMPLIFIER 4x90W
  • Amplificatore HiFi a 4 canali
  • High Performance Sound Qualtiy

5) Alpine BBX F1200

Alpine Electronics BBX F1200L’amplificatore per auto Alpine Electronics BBX F1200 è sicuramente un buon prodotto. Predisposto per una configurazione a 4 canali, vanta una potenza pari a circa 600W. La sua impedenza, invece, si attesta sui 4 ohm. Ciò significa che il suono riprodotto risulta sempre forte e correttamente bilanciato su qualsiasi frequenza. Ed a proposito di frequenze: quando si ascoltano dei file audio in cui i bassi la fanno da padrone è sempre meglio regolare correttamente l’equalizzatore in modo da rendere queste sonorità rotonde, nette e potenti al punto giusto. In questo caso non ci saranno problemi a procedere in tal senso.

Sebbene utilizzando il prodotto qui proposto le basse frequenze risultino sempre ben percepite, qualcuno lamenta una eccessiva presenza, quasi una preponderanza, delle frequenze medie ed alte. Il problema è comunque risolvibile facilmente migliorando la regolazione del gain e dei treble. Ma non è ancora tutto. L’amplificatore in esame può interfacciarsi tranquillamente con qualsiasi sistema altoparlante/subwoofer ed inoltre mette a disposizione dell’utente un filtro passa alto/passa basso. Alpine Electronics BBX F1200 è quindi in sintesi un dispositivo economico ma capace di offrire un servizio di qualità, pensato per non riscaldarsi eccessivamente e facile da installare.

Scheda tecnica

  • dimensioni standard (28 cm x 24 cm x 5,2 cm)
  • disponibilità di 4 canali audio
  • potenza massima in uscita pari a 600W
  • formato segnale pari a 95 db
  • presenza di filtro passa alto e passa basso

Pro: potente, buona resa acustica, ottima riproduzione dei bassi, alta compatibilità con diversi tipi di impianti car audio, presenza di filtri passa alto/passa basso, prezzo vantaggioso, facilità di installazione, controllo della temperatura.

Contro: le frequenze medie ed alte possono essere percepite in maniera fastidiosa se non si è in grado di regolare correttamente l’equalizzatore.

Offerta
Alpine Electronics BBX-F1200 Amplificatore 4/3/2 Canali
  • amplificatore alpine a 4 canali
  • Progettato per adattarsi facilmente in qualsiasi sistema
  • BBX-F1200 offre una potenza elevata e delle prestazioni eccezionali
  • BBX-F1200 dispone di filtro passa alto e passa basso